Sconti e offerte Amazon

Tra le molteplici funzioni offerte da WhatsApp, c’è anche la possibilità di bloccare un contatto, impedendogli di inviare messaggi o chiamate. Tuttavia, non esiste alcuna notifica che informi l’utente quando viene bloccato. Per questo motivo, ho deciso di scrivere una nuova guida in cui esploreremo alcuni segnali che possono aiutarti a capire se sei stato bloccato su WhatsApp e cosa fare in questa situazione.

Come verificare se sei stato bloccato su WhatsApp

In questa guida esploreremo alcuni segnali che possono aiutarti a verificare se sei stato bloccato su WhatsApp e cosa fare.

Cosa comporta essere bloccati su WhatsApp?

Se sei stato bloccato su #WhatsApp da un contatto, non potrai più comunicare con quella persona tramite l’app di messaggistica. Le chiamate rimarranno senza risposta ed i messaggi non saranno mai consegnati. Sostanzialmente qualsiasi tipo di comunicazione tra il contatto bloccato e quello bloccante sarà interrotto. Inoltre, WhatsApp non invierà alcuna notifica a riguardo. Quindi, se un contatto ti ha bloccato, non riceverai mai da parte di WhatsApp alcuna notifica di quanto accaduto. Bisogna dunque trovare altre vie per capire se ti hanno bloccato su WhatsApp.

Samsung MB-MP32D/EU Scheda Micro SD HC EVO, UHS-1, Classe 10, 32 GB, Bianco/Arancio

Come capire se ti hanno bloccato su WhatsApp?

WhatsApp fornisce alcuni indicatori che possono aiutarti a capire se sei stato bloccato da un contatto:

  1. Immagine del profilo e stato Whatsapp: Se non riesci più a visualizzare l’immagine del profilo del contatto – che presumi ti abbia bloccato – o il suo stato, potrebbe essere un segno che sei stato bloccato dallo stesso. Ricorda però che il contatto potrebbe anche aver disattivato queste funzioni volontariamente senza bloccarti.
  2. Conferme di lettura: Se i messaggi che invii al contatto – che presumi ti abbia bloccato – hanno solo un solo segno di spunta grigio anziché la classica doppia spunta che indica la consegna, potresti essere stato bloccato. Questo, tuttavia, potrebbe anche essere causato da problemi di connessione o dal fatto che il contatto abbia disattivato le conferme di lettura.
  3. Ultimo accesso: Se non riesci più a vedere l’ultimo accesso del contatto – che presumi ti abbia bloccato – nella finestra della chat, potrebbe essere un altro segno di blocco. Anche questo indicatore da solo non basta, infatti, molte persone scelgono di nascondere il loro ultimo accesso per motivi di #privacy.

Cosa fare se sei stato bloccato?

Se sospetti di essere stato bloccato su WhatsApp, ecco alcuni passaggi che puoi seguire:

  • Conferma: Verifica i segnali elencati sopra per vedere se corrispondono al comportamento del contatto in questione.
  • Rispetto della privacy: Ricorda che il blocco su WhatsApp è una scelta personale del contatto e dovrebbe essere rispettata.
  • Comunicazione alternativa: Se è importante, cerca di comunicare con il contatto attraverso altri mezzi, come chiamate telefoniche normali oppure messaggi tramite altre piattaforme (ad esempio tramite i social network).

Considerazioni finali

In questa guida ti ho elencato alcuni segnali utili a capire se sei stato bloccato su WhatsApp. Tuttavia, è sempre importante ricordare il rispetto della privacy e delle scelte degli altri. Per questo motivo, ti invito a cercare modi alternativi per comunicare solo se strettamente necessario.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here