Prima di leggere aiutaci ad offrirti contenuti sempre di qualità
Seguici sui Social Network!

Aspetto sicuramente molto delicato del CCNL Metalmeccanico è quello legato al preavviso di licenziamento e di dimissioni. In quest’articolo faremo un pò di chiarezza sul preavviso di licenziamento e di dimissioni nel Contratto Metalmeccanico, tutte le condizioni, i periodi previsti a seconda del livello e dell’anzianità di servizio per i dipendenti regolati da questo contratto.

Come funzionano gli scatti di anzianità nel Contratto Metalmeccanico?

Come funzionano gli scatti di anzianità nel Contratto Metalmeccanico? Condizioni, importi previsti per ogni livello e numero massimo di scatti possibili.

 

Quando si verifica lo scatto di anzianità?

Nel contratto metalmeccanico, il dipendente per ogni biennio (2 anni) di anzianità di servizio maturato presso la stessa azienda o gruppo aziendale (intendendosi per tale il complesso industriale facente capo alla stessa società) ha diritto allo scatto di anzianità.

Huawei P9 Lite Smartphone, LTE, Display 5.2'' FHD, Processore Octa-Core Kirin 650, 16 GB Memoria Interna, 3GB RAM, Fotocamera 13 MP, Single-SIM, Android 6.0 Marshmallow

Importi previsti a seconda del livello

Lo scatto d’anzianità prevedere una maggiorazione della retribuzione mensile in cifra fissa pari agli importi riportati in basso.

1° Livello 18,49 euro
2° Livello 21,59 euro
3° Livello 25,05 euro
4° Livello 26,75 euro
5° Livello 29,64 euro
5° Livello Superiore 32,43 euro
6° Livello 36,41 euro
7° Livello 40,96 euro

 

Gli importi in tabella sono in vigore dal 1° gennaio 2001 e si intendono lordi e su base mensile.

Numero massimo di scatti raggiungibili

Il dipendente può usufruire di massimo 5 scatti di anzianità, ovvero un massimo di 5 bienni. Gli aumenti periodici non potranno comunque essere assorbiti da precedenti o successivi aumenti di merito, né gli aumenti di merito potranno essere assorbiti dagli aumenti periodici maturati o da maturare.

Decorrenza degli aumenti

Gli aumenti previsti dallo scatto di anzianità decorreranno dal primo giorno del mese immediatamente successivo a quello in cui si compie il biennio di anzianità. Inoltre, dal 1° febbraio 2008, in caso di passaggio a categoria superiore il dipendente conserva l’anzianità di servizio ai fini degli aumenti periodici di anzianità nonché il numero degli stessi il cui valore sarà ragguagliato agli importi previsti per la categoria di arrivo.